Invalidità

La legge 30 marzo 1971, n. 118 “Conversione in legge del D.L. 30 gennaio 1971, n. 5 e nuove norme in favore dei mutilati ed invalidi civili” stabilisce che:

“… si considerano mutilati ed invalidi civili i cittadini affetti da minorazioni congenite o acquisite, anche a carattere progressivo, compresi gli irregolari psichici per oligofrenie di carattere organico o dismetabolico, insufficienze mentali derivanti da difetti sensoriali e funzionali che abbiano subito una riduzione permanente della capacità lavorativa non inferiore a un terzo o, se minori di anni 18, che abbiano difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età. Ai soli fini dell’assistenza socio-sanitaria e della concessione dell’indennità di accompagnamento, si considerano mutilati ed invalidi i soggetti ultrasessantacinquenni che abbiano difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età”

Chi sono gli invalidi civili

La definizione dipende dall’età:

  • < 18 anni: coloro che abbiano difficoltà persistenti a svolgere compiti e funzioni proprie della loro età
  • 18-65 anni: coloro che abbiano una riduzione permanente della capacità lavorativa non inferiore a un terzo
  • > 65 anni: coloro che abbiano difficoltà persistenti a svolgere compiti e funzioni proprie della loro età

Come si misura

L’invalidità, a differenza dell’handicap, non è una misura dicotomica, ma una percentuale. A differenti soglie corrispondono diritti, come rappresentato in tabella.

Per ottenere l’indennità di accompagnamento occorre essere invalidi al 100% e essere impossibiliti a deambulare o a svolgere gli atti della vita quotidiana senza l’aiuto di un accompagnatore.

A cosa dà diritto

  • Protesi
  • Collocamento obbligatorio
  • Congedo per cure
  • Esenzione ticket
  • Assegno mensile
  • Indennità di frequenza per i minori
  • Pensione di inabilità
  • Indennità di accompagnamento

A seconda della fascia d’età e della percentuale raggiunta.

MINORI
34-100%Presidi sanitari correlati alla patologia, certificati e prescritti da specialisti
Esenzione ticket
Tessera di trasporti per sé e accompagnatore
Indennità di frequenza
100%Presidi sanitari correlati alla patologia, certificati e prescritti da specialisti
Esenzione ticket
Tessera di trasporti per sé e accompagnatore
Accompagnamento
18-65 ANNI
34-45%Presidi sanitari correlati alla patologia, certificati e prescritti da specialisti
46-66%Presidi sanitari correlati alla patologia, certificati e prescritti da specialisti
Iscrizione liste speciali del centro per l’impiego
67-73%Presidi sanitari correlati alla patologia, certificati e prescritti da specialisti
Iscrizione liste speciali del centro per l’impiego
Esenzione ticket
Tessera regionale di circolazione gratuita sui mezzi pubblici
74-99%Presidi sanitari correlati alla patologia, certificati e prescritti da specialisti
Iscrizione liste speciali del centro per l’impiego
Esenzione ticket
Tessera regionale di circolazione gratuita sui mezzi pubblici
Assegno mensile INPS se reddito compatibile
100%Presidi sanitari correlati alla patologia, certificati e prescritti da specialisti
Iscrizione liste speciali del centro per l’impiego
Esenzione ticket
Tessera regionale di circolazione gratuita sui mezzi pubblici per sé e per accompagnatore
Pensione di inabilità se reddito compatibile
100% + accompagnamentoPresidi sanitari correlati alla patologia, certificati e prescritti da specialisti
Iscrizione liste speciali del centro per l’impiego
Esenzione ticket
Tessera regionale di circolazione gratuita sui mezzi pubblici per sé e per accompagnatore
Pensione di inabilità se reddito compatibile
Indennità di accompagnamento
OVER 65
34-66%Presidi sanitari correlati alla patologia, certificati e prescritti da specialisti
67-99%Presidi sanitari correlati alla patologia, certificati e prescritti da specialisti
Esenzione ticket
Tessera regionale di circolazione gratuita sui mezzi pubblici
100%Presidi sanitari correlati alla patologia, certificati e prescritti da specialisti
Esenzione ticket
Tessera regionale di circolazione gratuita sui mezzi pubblici per sé e per accompagnatore
100% + accompagnamentoPresidi sanitari correlati alla patologia, certificati e prescritti da specialisti
Esenzione ticket
Tessera regionale di circolazione gratuita sui mezzi pubblici per sé e per accompagnatore
Indennità di accompagnamento

Come procedere

Per avviare il processo di accertamento dello stato di invalidità civile l’interessato deve recarsi da un medico certificatore e chiedere il rilascio del certificato medico introduttivo che deve indicare, oltre ai dati anagrafici, il codice fiscale, la tessera sanitaria, l’esatta natura delle patologie invalidanti e la relativa diagnosi. Il medico compila il certificato online e lo inoltra all’INPS attraverso il servizio dedicato, stampando una ricevuta completa del numero univoco del certificato della procedura attivata. La ricevuta viene consegnata dal medico all’interessato insieme a una copia del certificato medico originale che il cittadino dovrà esibire all’atto della visita medica.

Per la presentazione della domanda d’invalidità civile, il certificato medico introduttivo ha una validità di 90 giorni.

Ottenuto il certificato medico, la domanda può essere presentata online all’INPS attraverso il servizio dedicato. In caso di minore vanno utilizzate le sue credenziali e non quelle del genitore o tutore. In alternativa, è possibile presentare la domanda tramite il patronato.

È opportuno

  • raccogliere referti e dati obbiettivabili
  • compilare le schede di valutazione delle funzioni ADL e IADL
  • dettagliare reali deficit funzionali
  • specificare trattamenti in corso
In questa pagina